100 Brani di Rap Italiano da Ascoltare Prima della Fine del Mondo, Pt. 2

Please follow and like us:

Il conto alla rovescia prosegue inesorabile e al momento del decollo dell’astronave lasceremo questo pianeta malato portandoci dietro ricordi e cimeli.

Nel nostro piccolo siamo stati testimoni di un’epoca densa di avvenimenti e di fermento culturale dalle mille sfaccettature, di cui l’hip hop è una trama fitta e costante che ricopre le nostre vite.

Ad ognuno di noi verrà concesso un database di limitata capienza e dobbiamo scegliere cosa portare con noi nel viaggio attraverso il cosmo profondo: film, libri, musica in quantità limitate… io sto preparando il mio contenitore, quindi parto dal rap italiano, i miei ricordi e ciò che vale la pena portare con me, magari non perchè ritengo che sia il meglio del meglio, ma perchè devo e voglio ricordare il mio paese per certi aspetti anzichè per altri. Logico che non sceglierò brani degli 883 o di Vasco Rossi, avrò spazio per la musica “altra” in un contenitore separato, ma questo è affar mio; con voi condividerò queste scelte. senza pretendere che siano anche le vostre.

Andando a ritroso nel tempo, mi sono ricordato di questi artisti sardi che ho incrociato poco durante le mie escursioni e comunque ritengo abbiano ed hanno un ruolo significativo nella scena.

Menhir – Emigraos (2015)

Il pezzo va menzionato perché il tema è sempre attuale: persone che lasciano la propria terra per necessità, in questo caso gente di una terra particolare e magica che con il resto d’Italia spesso, per volontà o per caso, condivide poco. La cadenza della lingua sarda mi affascina non poco, il suono duro ma armonico degli incastri di parole mi rapisce e sento la forza delle persone in questo testo, nonostante capisca meno della metà delle parole.

Mezzo Sangue – Secondo medioevo (2012)

Il ragazzo in questione si è fatto conoscere negli ultimi anni ed ha convinto molti appassionati del nostro genere, anche tra i più attempati, ascoltando il brano si sente lo studio dei temi che affronta e si percepisce il vissuto dell’mc, che tratta argomenti importanti con estrema elasticità, va portato sull’astronave perché sa il fatto suo ed è potente.

Bassi Maestro – Foto di gruppo (1998)

Bassi ha prodotto e scritto questo pezzo, credo, con lo stesso spirito con cui colleziono i miei 100 brani da portare fuori dal pianeta, il titolo la dice lunga e racchiude la precisione e la dedizione al lavoro di questo artista che conobbi un giorno attorno agli anni 90 al L57 di Bolo, crocevia di tanti mc e tanti producer dell’epoca; ci fu una lunga chiaccherata che lui ricordò in un altro testo, belle storie.

La Famiglia – Odissea (1998)

Torna il dialetto, ma che dico… la lingua, questa volta napoletana… è uno dei tanti brani di questa terra, che appartenne alle mie origini da parte di padre, ma che è l’origine di molti di noi che siamo figli di persone che si spostano dal luogo in cui sono nati. La musica rapisce e le parole si incastrano come uno slang newyorkese, filo conduttore del 41mo parallelo che unisce Napoli alla grande mela. Ora Polo vive a NYC e conduce un programma radio, ma questa storia ve la racconterò un’altra volta.

Joe Cassano – Dio Lodato (1999)

Chiudo di nuovo con i ricordi, passando per un pezzo della mia vita che mi ha lasciato il segno, come lo ha fatto per la storia dell’hip hop italiano. Joe merita un posto nell’astronave non solo per le perle che ha lasciato nel suo unico album, ma per la persona che era, paladino della giustizia nelle strade di Bolo (termine da lui coniato) e fenomeno della rima a qualsiasi ora del giorno e della notte. Joe viveva la doppia H al 100% in ogni sua mossa ed in ogni pensiero e chi gli era attorno non poteva che seguirlo… o fuggire, noi siamo fieri di averlo seguito e la sua scomparsa, in quel maledetto 3 Aprile 99, non ci ha dissuaso a smettere, ma dato l’esempio per come continuare il cammino. Lo stile grezzo ed efficace di Joe è rimasto impresso ed ha influenzato molto di più di quanto ci aspettassimo, la storia dell’Hip Hop italiano.

Altri 90 brani e si decolla, se mi volete influenzare scrivete sulla pagina facebook  … magari mi aiutate a non dimenticare qualche perla che la memoria mi ha per qualche motivo rimosso dal cranio.

Please follow and like us:
Stefano Word Serio

Rimini IT

Old School MC e testimone della golden age. L'istinto della scrittura per passione della cruda realtà

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Seguici su:
Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Instagram