Chi Campiona Chi pt2 Lucio 👊 🇮🇹

Please follow and like us:

Bentornati alla rubrica che vi svela intrecci di produzioni, storie di epoche e generi musicali che si incrociano, accomunando personaggi e storie a volte diametralmente opposti nella stessa dimensione, in 4/4, come piace a noi.

La pratica del campionamento in Italia, escludendo i pionieri che già negli anni 80 manipolavano groove a proprio uso e consumo, ha visto un picco di crescita a partire dal 91/94 e spesso e volentieri l’oggetto di estrapolazione del prodotto finale non erano produzioni italiane. Oggi quindi vado a omaggiare un’artista scomparso nel 2012, Bolognese, che ha saputo unire mondi distanti come il funk e l’hip hop alla musica leggera italiana.

Lucio  sapeva fare Jazz di fronte ad un pubblico impreparato e assuefatto alla musica leggera, sapeva creare atmosfere Blues canticchiando e, a mio giudizio, se fosse nato nell’83 anzichè nel 43 sarebbe stato un MC coi maroni quadrati. Oggi ho scelto un brano dal titolo Sylvie, che parla con tutta probabilità di una prostituta e del proprio amante/cliente che non la ritrova nel bordello che frequentava. Tratta dall’album Terra di Gaibola del 1970, ascoltarla per intero è il mio consiglio prima di proseguire, magari scorrendo il testo nel link precedente, noterete già dall’introduzione un groove di spessore e intuirete perchè diversi produttori di hip hop italiano l’abbiano scelta per farcire i propri beat

Gli arrangiamenti dell’LP sono di Guido e Maurizio De Angelis, nello specifico il compositore di questo brano è Ruggero Cini.

Senza star a fare classifiche, stabilire chi l’ha campionata per primo e chi meglio, vado a ritroso in base a come ho trovato le info.

Si parte con Nitro, prodotto da Bassi Maestro nel 2013

Da Machete 2013, Piombo e Fango omaggia l’originale col sample che scorre dall’inizio alla fine del pezzo.

Passiamo ora al 2007, contenuto all’interno di uno dei lavori più significativi di Kaos One, il brano si chiama UNO

Tratto da Karma per Trix shop produzioni, una perla della scena rap italiana, qui il sample è meno riconoscibile rispetto alla produzione di Bassi, ma si amalgama colle metriche altrettanto bene.

L’anno precedente (2006) Mr Phil ha utilizzato per il rap di Danno (CdF) lo stesso groove, con gli scretch di Double S, col featuring di un MC (ora calligrafo di fama) from Lords of Vetra, Lord Bean

prodotto da Vibrarecords e contenuto nell’album (Guerra fra Poveri) riconoscerete nell’inciso un ulteriore omaggio a Deda ed i SXM con la frase tratta da “Cani sciolti”

Per finire con i discendenti di Sylvie, passiamo a Torino (2006) un giovanissimo e carichissimo Ensi che partecipa ad uno dei tanti Mixtape di Double S, qui in collabo con DJ Kamo, accompagnato dal sample che qui gira più veloce e sfrutta uno dei passaggi del brano che salta meno all’orecchio ad un primo ascolto

Tratto da Streetz iz Callin Zamurriata Taurinense

Vorrei concludere con un’ultima chicca che in buona parte vi svela da dove attingo la maggior parte delle informazioni contenute in questa rubrica, ma ho pensato, chissenefotte, la musica è di tutti, lo dimostra il fatto che utilizziamo vecchi groove per continuare a tramandare quello che ci è piaciuto, i suoni che ascoltavamo da bambini riproposti con i beat che ci infottano ancora dopo anni, quindi sono di tutti anche le informazioni e le curiosità che nascondono.

Lucio Dalla omaggiato nel 2001 in questa produzione meravigliosa per Guru nel brano In Here

Buona esplorazione, Pace e Fierezza e alla prossima… vi lascio con degli estratti emblematici dal brano in questione:

La scena è la stessa ma tu non sei qui… perchè questa festa finisce così?

Please follow and like us:
Stefano Word Serio

Rimini IT

Old School MC e testimone della golden age. L'istinto della scrittura per passione della cruda realtà

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Seguici su:
Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Instagram