Laioung, il Ruggito della Multirazzialità 👊 🇮🇹

Gli ultimi tempi, ci stanno presentando una scena formata da nuove leve emergenti che si fanno riconoscere e ognuno a proprio modo. In primis, bisogna dar merito ai produttori, che io considero il bandolo della matassa in questo contesto (Charlie Charles, Nebbia, Sick Luke ecc), capaci di creare delle solide basi per i nuovi artisti; distinguersi dalla massa, è l’obiettivo di tutti ma in pochi raggiungono l’obiettivo: cadere nel Mainstream e nella canzonetta hit, è un errore ormai sotto gli occhi di tutti. Scavare a fondo e non fermarsi sulla superficie.

Laioung, è uno di quelli nascosti là sotto che ora si sta prendendo il successo meritato. Una vera perla ai porci. Ma chi sarebbe questo, Laioung? Già il nome, è composto da due parole: Leone e giovane. Nome perfettamente calzante alla sua personalità. Nasce a Bruxelles,  da padre pugliese e madre sierraleonese, da cui prenderà spunto come argomento onnipresente nelle sue canzoni, cioè la cultura africana. Si, perchè Laioung è cosmopolita, le tradizioni e le culture sono parte integrante di sè. Lui stesso, è una fonte inesauribile di intelligenza e sapienza. Dagli USA, al Canada, Marocco, fino all’arrivo in Italia; un percorso pieno di ostacoli e limiti, come la povertà e la miseria, che non tutti riuscirebbero a trasformare come energia positiva di slancio verso la vetta; il suo vero approdo nel Bel Paese, lo si ha con il suo “Ave Cesare” nel 2016 e la successiva riedizione del disco “Ave Cesare: Veni, Vidi, Vici”, qualche mese fa.

Affermarsi sulla scena rap italiana e arrivare con la sua travolgente passione all’estero, questo è l’obiettivo principale; con “Giovane Giovane”, sforna un pezzo dalle forti tinte autobiografiche e riferimenti all’essere giovani dentro, come colonna portante di ogni esistenza, senza abbandonare i propri obiettivi. Guardare sempre avanti. Ma la vera potenza di Laioung, è il cantare per dare voce a chi non ne ha, a chi è ostruito da tirannie, a chi il cielo gli ha promesso un futuro florido nonostante le difficoltà. “THE RRR MOB“, è la concretizzazione di questo pensiero umanitario, che coinvolge gli artisti puri di cuore, e capaci di meritarsi una vita dignitosa; il sangue sputato e il sudore caduto, sono i pozzi da cui attingono Laioung e i suoi fratelli.

La volontà è alla base di ogni passione. Basta rimanere concentrati sui propri traguardi, lontani dalle malelingue e chi prova ad abbatterci. La cultura è l’unica strada dove forza,energia, perseveranza hanno uno sbocco sicuro. “Poco ma sicuro”, canta il Leone giovane in una delle sue canzoni, in riferimento a questi valori fondamentali. L’umiltà e l’essere se stessi, sono i principi di vita da cui la passione trova carta bianca; le continue difficoltà, lo hanno fatto crescere e diventare un uomo sia nei rapporti di amicizia, che nel business. Anche la situazione sugli immigrati presente in Italia, è uno dei temi più rappresentati nelle sue canzoni. “La nuova Italia”, esprime le difficoltà che devono supportare gli immigrati africani, tra lavoro e integrazione nella società: Laioung batte forte su questo ferro, la mescolanza delle culture e tradizioni, è solo un bene per il nostro Paese. Siamo tutti allo stesso livello, dobbiamo aiutarci e non farci la guerra. Rendere ognuno più ricco e permettergli di arrivare ai propri sogni, con fatica e passione.

La collaborazione con Gue Pequeno, in “Vengo dal Basso“, ha impreziosito ulteriormente questo disco che conferma, la presenza pesante del ragazzo giramondo, in Italia; il video del brano, si presenta come un vero e proprio taglio cinematografico, alla Tarantino. L’aspetto cinematografico, è ciò che vuole coinvolgere nella sua musica molto poliedrica e variegata, quindi possiamo aspettarci molte sorprese.  Ma la bellezza interna di questo ragazzo, si riflette sempre sui suoi fratelli e amici di vita, come Isi Noice e Sedrick, presenti in alcune canzoni come “Milano city Gang” e “48 ore“, che hanno sempre fronteggiato le continue difficoltà e la miseria, con la enorme voglia di arrivare in vetta e rimanerci. Il futuro splende per loro, perchè l’onestà e l’umiltà vengono sempre ripagati nel migliori dei modi e noi siamo pronti ad assistere e ammirare il percorso che Dio gli ha riservato. Gente sveglia.

Alessandro Ranieri

Redazione

La redazione è composta da figure che, con passione ed esperienza, nel mondo dell'Hip Hop hanno militato e si sono contraddistinti per le loro qualità umane ed artistiche, valori fondamentali che riconosciamo in tutti gli autori che collaborano con la nostra testata.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Seguici su:
Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Instagram