UPPERGROUND 5: Hard Life! 👊 🇮🇹

Please follow and like us:

La puntata di oggi mette in luce artisti, che,  almeno dalle miei parti sono gia’ leggende, ma nel grande calderone della musica, specialmente se si parla della scena Rap italiana, molto si perde in mezzo alla quantità assurda di uscite, ed è qui che viene in soccorso la rubrica Upperground. Il primo artista di oggi è un DJ principalmente, ma non disdegna la produzione di Beats dal sound classico, e non mette da parte nemmeno le rime, specialmente quando ha qualcosa da dire, come nel disco LA VITA E’ DURA, lui è DJ KOMA qui si presenta come MAURAS, un disco vero, anche in versione fisica, fatto e sudato come una volta, non dovete assolutamente perdervelo. Fare Musica nell’Underground è dura ma piena di soddisfazioni, e se da una parte Kento è stato premiato col Premio Tenco 2016 dall’altra Principe ha tirato su un evento che puo’ cambiare le cose, RAP FOR PEACE.
Il brano che ho scelto per chiudere la puntata è ODIO GLI INDIFFERENTI ed arriva direttamente dall’album Dead Poets di DjFastCut che mette insieme nella stessa traccia proprio i due colossi PRINCIPE e KENTO, e il risultato è assicurato! Non siate indifferenti e seguite anche  RAP FOR PEACE l’evento dove l’ingresso non è a pagamento ma è con beni di prima necessita’ , che verranno donati a chi ne ha bisogno!

per info andate sulla pagina di RAP FOR PEACE ! e cambiate le cose, sono sicuro che ne arriveranno altri di eventi cosi!

Please follow and like us:
Massimo Biraglia

Massimo Biraglia, in arte STRIKE THE HEAD, nasce a Carmagnola (Torino) nel 1983, è attivo musicalmente dal 1998, e porta con se l’esperienza di 15 anni di Hip Hop Underground italiano, e internazionale. Nel 2015 Strike The Head è il primo e unico rapper italiano a finire su Billboard, all’interno del progetto internazionale HIPHOPISHIPHOP ideato dal rapper Koreano SAN-E, a cui prende parte anche KRS-ONE, tutti i ricavati del singolo, che comprende anche un videoclip, sono stati donati all’UNICEF, fondi devoluti per l’istruzione dei bambini nei paesi in via di sviluppo.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Seguici su:
Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Instagram