Voglia di Cambiare: la Nostra Intervista ad Hour 👊 🇮🇹

Please follow and like us:

Da poche settimane è fuori con il suo ultimo singolo “Night Ballad”, oggi abbiamo ospite sul nostro sit oil rapper romano Hour.

Ciao Hour, è da poco sul Tubo il video di “Night Ballad”, è un singolo che anticipa un album?

“Night Ballad” è stato un esperimento come ne sto facendo tanti.

Sto lavorando ad un progetto, ne sto cercando via e forma ancora ma ci sono molto vicino.

Per adesso questo rimane solo un singolo come credo che resterà.

Rispetto ai tuoi precedenti lavori “Aries” è stata una track che ha dato una forte sterzata alla tua musica. Come è nata questa scelta?

Si hai detto bene, sterzata.

Il forte cambiamento avvenuto in Italia negli ultimi anni sta andando parallelamente alla mia voglia di fare qualcosa di diverso, qualcosa di più musicale o che comunque possa avvicinarsi di più ad una concezione di canzone che non di un pezzo Rap.

Ho scritto tanto, tantissimo, cercando sempre di incastrare rime a non finire per istinto e volontà comunicativa, ma voglio arrivare in un altro modo, più nitido, più reale.

Quale artista internazionale sta influenzando di più il tuo modo di fare musica in questo momento?

 “Stoney” di Post Malone, consiglio.

Roma-Milano: perché tanti artisti scelgono di spostarsi al Nord per lavorare?

Lo spostamento è dato da un’offerta già sicura non da un’opportunità.

Milano sicuramente ad oggi è un punto di riferimento per le Major non per gli artisti, lavorano bene ed è giusto che sia così, è una città che per questo permette sicuramente qualcosa in più.

Tu vivi a Roma, che ne pensi della scena romana in questo momento?

Inutile dire che ci sono artisti super validi.

Roma sta cercando di preservarsi, ma a parer mio non nel giusto modo o perlomeno invece di farlo si sta chiudendo.

Il movimento cosiddetto Hip-Hop è sempre stato molto forte a Roma soprattutto negli ultimi 10 anni, riuscendo a farsi spazio notevolmente tra tutti gli altri, la forza d’animo e la passione di molti hanno reso tutto possibile creando qualcosa di unico e soprattutto di diverso.

Quello che vedo adesso è una fiamma diversa, la devo capire anche io meglio per primo, ma noto meno condivisione del tutto, meno istinto, meno fame, personalmente già vedere tutti questi muri puliti mi fa strano.

Amo questa città e sarò sempre dalla sua parte nonostante tutto, ho fiducia.

Potrei scriverne per giorni di questo, essere coinciso su questa domanda mi mette in difficoltà, ci sarebbe troppo da dire veramente..

Italia: c’è un artista con il quale ti piacerebbe lavorare in futuro?

 Ce ne sono troppi e molto differenti tra loro.

Per adesso è già molto divertente cercare di collaborare con questo nuovo me.

Producer: anche nella nostra scena, il ruolo del producer si sta evolvendo, fino a qualche anno fa era una figura che rimaneva più “in ombra”, oggi invece le cose sono cambiate. C’è un producer italiano che ti ha colpito particolarmente?

 Sono sincero, no.

Domanda schietta e diretta: conta di più fare buona musica o crearsi un bel personaggio?

La musica ad alti livelli ha sempre creato personaggi, che lo volessero o no.

Devo ammettere che solo nel 2017 ho visto troppi personaggi e la maggior parte neanche ben riusciti, ma levato questo, fare buona musica se fai musica è la base.

Crearsi un personaggio è cosa buona se si riesce veramente a farlo calzare con quello che in parte si è altrimenti regge poco e non piacerà.

Siamo tutti un po personaggi alla fine.

Ti ringraziamo per il tempo dedicatoci e ti auguriamo un grosso in bocca a lupo per i progetti futuri.

Grazie come sempre per lo spazio e buona fortuna anche a voi per il vostro lavoro. See u soon…

Please follow and like us:
Lorenzo Bruno

Sogna, ragazzo sogna

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Seguici su:
Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Instagram